Questo sito contribuisce alla audience di

Steenwinkel, van-

famiglia di architetti e scultori fiamminghi attivi in Danimarca nei sec. XVII-XVIII. Tra i principali esponenti, Hans I (Anversa ca. 1545-Halmstad 1601), esponente dello stile rinascimentale di derivazione italiana e francese, fu attivo dal 1578 in Danimarca, dove divenne allievo e amico dell'astronomo T. Brahe. Nominato architetto del regno danese (1588), si occupò di numerose costruzioni soprattutto civili (fortificazioni, castelli, porti). Restano il castello di Lundehave a Helsingør (poi inglobato in una costruzione settecentesca) e le fortificazioni di Varberg (1588-1618). Il figlio Lourens (ca. 1585-1619) realizzò la chiesa della Trinità a Kristianstad (1617) e la Borsa di Copenaghen, poi completata dal fratello Hans II (Copenaghen 1587-1639), la cui opera riflette i caratteri dell'architettura danese tardorinascimentale, già influenzata dal primo barocco (chiesa della Trinità a Copenaghen, 1637). Suo figlio Hans III (prima del 1639-Copenaghen 1700), architetto reale dal 1669, diresse la costruzione dei castelli Sophie Amalienburg (1669-73) e Frederiksborg (1681) a Copenaghen e, nella stessa città, la ricostruzione della chiesa del Redentore (1682-96).

Media


Non sono presenti media correlati