Questo sito contribuisce alla audience di

Sternberg, Jacques

scrittore belga di lingua francese (Anversa 1923-Parigi 2006). Dal 1953 quest'autore ha pubblicato moltissimo, affrontando i più diversi generi, dalla cronaca giornalistica alla sceneggiatura (Je t’aime je t’aime diretto da A. Resnais). La potente immaginazione, la verve e il gusto dell'aforisma ne fanno un autore capace di esprimere l'assurdità del mondo moderno, come si nota in L’employé (1958; L'impiegato) e in La banlieue (1976; La periferia). Umorismo nero e senso del fantastico affiorano anche in Toi, ma nuit (1965; tit. it. Michèlle, una notte), Histoire à dormir sans vous (1990; Storia per dormire senza di voi), Histoires à mourir de vous (1991; Storie per morire di voi), Contes cruels (1993; Racconti crudeli), Dieu, moi et les autres (1993; Dio, me e gli altri), in cui spicca il suo spirito mordace a tratti angosciante e burlesco, Un coeur froid (2000).

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti