Questo sito contribuisce alla audience di

Stieröxel, Stephanus

umanista moravo (Olmütz 1480-1519). Canonico di Gyulafehérvár in Ungheria, descrisse in un poema epico in cinque canti di duemila esametri, intitolato Stauromachia id est cruciatorum servile bellum (pubblicato a Vienna nel 1519, con lo pseudonimo di Taurinus), la rivolta dei contadini ungheresi avvenuta nel 1514. Nel titolo i servi della gleba sono chiamati crociati perché furono radunati in origine con una bolla pontificia per una crociata contro i Turchi.

Collegamenti