Questo sito contribuisce alla audience di

Strachov, Nikolaj Nikolaevič

pensatore russo (Belgorod 1828-Pietroburgo 1896). Dalla matematica alle scienze naturali, che furono i suoi primi interessi, passò, nella maturità, all'attività letteraria e alla filosofia. Nella sua opera Il mondo come un tutto (1872) Strachov prospetta un'interpretazione scientifico-filosofica del mondo, inteso come totalità organica strutturata, di cui l'uomo costituisce il centro e il vertice, a motivo delle sue prerogative razionali. Molto più moderato si presenta questo ottimismo razionalistico nelle ultime opere.