Questo sito contribuisce alla audience di

Strauss, Johann junior

compositore e direttore di orchestra (Vienna 1825-1899). approfittando delle tournée di suo padre Johann senior, che lo avrebbe voluto banchiere, studiò violino e pianoforte, perfezionandosi con A. Kohlmann, J. Hoffmann e J. Drechsler. Nel 1844 esordì con un proprio complesso, subito rivaleggiando con quello del padre, che fuse con il proprio alla sua morte. Dopo un'intensissima attività in Europa e negli Stati Uniti (aiutato, dal 1853, dal fratello Joseph e poi anche da Eduard), verso il 1871, sotto l'influsso di J. Offenbach, iniziò la composizione di operette, che diedero al genere il più alto tributo con Der Fledermaus (1874; Il pipistrello), Eine Nacht in Venedig (1883; Una notte a Venezia) e Der Zigeunerbaron (1885; Lo zingaro barone), destando l'interesse di H. G. von Bülow, J. Brahms, R. Wagner, F. Liszt e M. Ravel, per la felicità dei temi, l'originale ampiezza degli sviluppi, la ricerca degli accostamenti strumentali nella tradizione del sinfonismo classico. Fu inoltre, a Vienna, direttore dell'Orchestra dei balli di corte (1863-76). Compose inoltre un'opera e numerose danze, tra cui ca. 170 valzer che gli valsero l'appellativo di “re del valzer”. Tra i più celebri si ricordano: An der schönen blauen Donau (1867; Il bel Danubio blu), Geschichten aus dem Wiener Wald (1868; Storie del bosco viennese), Wein, Weib, Gesang (1869; Vino, donne, canto), Frühlingsstimmen (1882; Voci di primavera), Kaiserwalzer (1888; Valzer imperiale).

Media

audio