Questo sito contribuisce alla audience di

Stroncóne

comune in provincia di Terni (9 km), 450 m s.m., 71,38 km², 4414 ab. (stronconesi), patrono: beato Antonio (21 agosto).

Centro esteso sul versante settentrionale dei monti Sabini. Fondato nel sec. X, appartenne ai monaci di Farfa. Saccheggiato dai lanzichenecchi (1527), nel 1799 fu protagonista di una eroica resistenza alle truppe francesi.§ Nell'abitato rimangono parte delle mura medievali e delle torri. La chiesa di San Michele è la più antica (1012); San Giovanni e San Nicolò conservano, rispettivamente, affreschi della scuola degli Zuccari e una pala di Rinaldo da Calvi. Il Palazzo Comunale è del sec. XIII. Nei dintorni si trovano le rovine dell'abbazia di San Benedetto in Fundis, fondata nel 771. Pregevoli affreschi sono nell'oratorio di San Giovanni Decollato.§ Centro agricolo (olivi e vigneti) con attività artigianali e industriali (settori alimentare, tessile, meccanico e della lavorazione della plastica). In crescita il settore agrituristico.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti