Questo sito contribuisce alla audience di

Strungk, Nicolaus Adam

compositore, organista e violinista tedesco (Braunschweig 1640-Dresda 1700). Allievo del padre, l'organista Delphin (Braunschweig 1601-1694), e del violinista N. Schnittelbach, fu primo violino e didatta a Wolfenbüttel, Celle e Vienna (1661-65), musicista da camera alla corte di Hannover (dove conobbe a fondo l'opera italiana), direttore della Cappella municipale, violinista e organista (con J. A. Reinken) ad Amburgo (1679-82). Nel 1682 tornò ad Hannover come compositore di corte, dove rimase, compiendo frattanto un viaggio in Italia (a Venezia nel 1685 e a Roma nel 1686, dove riscosse l'ammirazione di A. Corelli), fino al 1686, quando fu licenziato per essersi recato in Germania senza autorizzazione. Si stabilì allora a Dresda, dove fu vicemaestro e maestro di Cappella (1693-96) della corte pur essendo attivo anche a Lipsia, il cui nuovo teatro inaugurò con la sua opera Alceste (1693). Compose una trentina di lavori teatrali (mirando alla costituzione di una forma nazionale), musica vocale e strumentale e molti pezzi organistici, che risentono degli influssi della scuola veneziana e di G. Frescobaldi.