Questo sito contribuisce alla audience di

Subjektive Photographie

(tedesco, fotografia soggettiva). Movimento artistico affermatosi in Germania negli anni Cinquanta, che diede il nome a tre mostre allestite da O. Steinert nel 1951, 1954 e 1959. Ispirandosi alle sperimentazioni di M. Ray e L. Moholy-Nagy, i fautori di questa corrente concepirono la fotografia come un'esperienza estetica autonoma il cui scopo non era di registrare il più fedelmente possibile il dato reale, o di costituire un supporto documentario, ma di fornirne un'interpretazione soggettiva, facendo ricorso a soluzioni tecniche creative e ad ardite elaborazioni dell'immagine in funzione antinaturalistica.