Questo sito contribuisce alla audience di

Suni

comune in provincia di Oristano (56 km), 340 m s.m., 47,32 km², 1237 ab. (sunesi), patrono: Madonna della Neve (5 agosto).

Centro situato sulle colline della Planargia. Sorto in un territorio abitato in epoche preistoriche, nel Medioevo (sec. XI) fece parte della curatoria della Planargia, nell'ambito del Giudicato di Torres. Appartenne quindi ai giudici d'Arborea (sec. XIV) e agli Aragonesi (1409), che lo infeudarono ai Villamarina (1464). Nel sec. XVIII i Savoia lo concessero, con il Marchesato della Planaria, ai Palliaccio che lo tennero fino all'abolizione dei feudi (1839). § La parrocchiale di Santa Maria della Neve, costruita nel Trecento in stile romanico-gotico con materiale proveniente dall'antica chiesa di Sant'Ippolito, fu ampliata nei sec. XVI-XVII. Tra i numerosi nuraghi del territorio, spiccano il nuraghe Seneghe, a pianta ellittica, e il nuraghe Nuraddeo, a pianta trilobata. § L'economia comprende attività commerciali e artigianali, l'agricoltura (vigneti, cereali, ortaggi), l'allevamento di ovini, caprini e bovini.