Questo sito contribuisce alla audience di

T'bilisi

città (1300 km², 849 ab./km²) e capitale della Georgia, 454 m s.m., 1.106.700 ab. (stima 2008).

Situata ai piedi del versante meridionale del Caucaso, su entrambe le sponde del fiume Kura, la città è ubicata immediatamente a W del bacino artificiale di T’bilisi, detto anche “Mare di T’bilisi”. Principale centro culturale del Paese, ospita numerosi importanti musei (Museo Etnografico, Museo delle Arti Tradizionali), teatri (Teatro dell'Opera Paliashvili) ed è sede della Tibilisi State University (1918), della Tibilisi State Medical University (1918), della Georgian Technical University (1922), della Caucasus University (2004) nonché di un conservatorio. § Fondata nel 458 a.C., T’bilisi divenne un importante centro per i commerci con l'Oriente ai tempi dei Greci e dei Romani e, in seguito, quando venne aperta la Via della Seta. Dopo il periodo di dominazione araba (sec. VII), nel 1121 re Davit il Costruttore ne fece la capitale della Georgia unificata. La conquista della città da parte dei russi nel 1801 coincise con un sensibile miglioramento del sistema delle comunicazioni, grazie soprattutto alla costruzione della Grande Strada Militare Georgiana, importante via di collegamento tra l'Europa e l'Asia. Nel 1921 T’bilisi divenne la capitale della Repubblica di Georgia. § Posta alla convergenza delle linee ferroviarie provenienti da Bat'umi, Suhumi, Baku (Azerbaigian) e dalla valle del fiume Alazani, è il baricentro della vita economica della Georgia, sede di industrie alimentari, metalmeccaniche, elettrotecniche, tessili, calzaturiere, chimico-farmaceutiche e dei materiali da costruzione. Gli impianti sono alimentati da due centrali idroelettriche, da una termoelettrica e dai gasdotti provenienti da Vladikavkaz (Repubblica dell'Ossezia Settentrionale) e dall'Azerbaigian. È inoltre servita da un aeroporto internazionale, principale scalo del Paese. In russo, Tiflis.

Media


Non sono presenti media correlati