Questo sito contribuisce alla audience di

Tórre San Patrìzio

comune in provincia di Fermo, 224 m s.m., 11,92 km², 2132 ab. (torresi), patrono: san Patrizio (17 marzo).

Centro posto sui rilievi collinari tra i corsi inferiori del fiume Tenna e del torrente Ete Morto. Sorto intorno a una chiesa, intitolata a San Patrizio e oggi scomparsa, nel 1258 fu dato a Fermo da Manfredi. Nel Trecento cercò inutilmente di conseguire l'autonomia comunale e nel 1433, per aver favorito Francesco Sforza, fu devastato dalle truppe pontificie. Ricostruito da Fermo, ne seguì le vicende. § Conserva la cinta muraria quattrocentesca, rimaneggiata nel Settecento e nell'Ottocento, con la torre civica e la porta del Sole, in origine unico accesso al borgo. § Affermato sotto il profilo economico come operoso centro calzaturiero, vede attivo anche l'allevamento.

Media


Non sono presenti media correlati