Questo sito contribuisce alla audience di

Tagliaménto

fiume (lunghezza 170 km; bacino 2700 km²) del Friuli-Venezia Giulia, tributario del mare Adriatico. Nasce in prossimità del passo della Mauria e scorre verso E attraverso la Carnia, ricevendo da sinistra i torrenti Lumiei, Degano, But e il fiume Fella e bagnando i centri di Forni di Sopra e Tolmezzo; in questo tratto separa le Prealpi Venete a S dalle Alpi Carniche a N. Poco a monte di Venzone piega verso S e sbocca in pianura dove supera l'anfiteatro morenico deposto dal ghiacciaio quaternario che ricopriva l'intera valle superiore del fiume. Proseguendo il suo corso verso S, il Tagliamento segna il confine tra le province di Pordenone e di Udine, suddividendosi in vari rami, e quindi quello tra il Friuli-Venezia Giulia e il Veneto: in quest'ultimo tratto bagna Latisana e San Michele al Tagliamento e dopo aver formato numerosi meandri sfocia nel mare Adriatico tra Lignano Pineta e Bibione. § Il nome del fiume ricorre spesso nelle cronache della prima guerra mondiale, perché nella parte più settentrionale del suo bacino fu schierato il settore centrale delle linee italiane e il resto del corso formò una seconda linea di difesa a W del fiume Isonzo. Fu qui che venne organizzata (27 ottobre-4 novembre 1917) una prima resistenza per rallentare e ordinare la ritirata da Caporetto al Piave. Vi si sacrificarono i due reggimenti di cavalleria Genova e Novara permettendo in tal modo la ritirata della II Armata.