Questo sito contribuisce alla audience di

Talana

comune in provincia dell'Ogliastra, 682 m s.m., 117,92 km², 1129 ab. (talanesi), patrono: santa Marta (29 luglio).

Centro dell'Ogliastra, situato nell'alta valle del rio Pramaera. Sorto in un'area di insediamenti preistorici, nel sec. XI era parte della curatoria dell'Ogliastra, nell'ambito del Giudicato di Cagliari, passata nel 1258 ai Visconti, giudici di Gallura, e quindi al comune di Pisa. Feudo di Berengario Carroz dopo la conquista aragonese (1324), nel 1363 fu incluso nella Contea di Quirra, eretta a marchesato per i Centelles nel 1603 e passata nel 1798 agli Osorio de la Cueva, che la tennero fino all'abolizione dei feudi (1839).Nei dintorni del borgo, dalle caratteristiche case in granito, sorgono il nuraghe Bau 'e Tanca e alcune “tombe dei giganti”.§ In economia prevalgono l'agricoltura (cereali, uva, olive) e l'allevamento, favorito da estesi pascoli, di ovini, caprini e suini (con produzione di formaggi e prosciutti tipici); vi si affiancano cantieri di riforestazione, attività artigianali e il turismo estivo ed escursionistico ai vasti boschi ricchi di sorgenti.

Media


Non sono presenti media correlati