Questo sito contribuisce alla audience di

Tamenaga, Shunsui

pseudonimo dello scrittore giapponese Sasaki Sadataka (Edo 1789-1843). Dei primi anni della sua vita si sa molto poco; nel 1815 aprì una libreria, la Seirindō, e fu alla scuola di altri scrittori di una certa fama, come Ryūtei Tanehiko e Shikitei Sanba (1776-1822). Nel 1821-24 apparve a puntate il suo primo romanzo di successo, Akegarasu nochi no masayume (Un sogno che diventa realtà dopo il canto del corvo all'alba), mentre altri romanzi dello stesso periodo furono scritti con la collaborazione di amici e allievi. Il suo capolavoro, Shunshoku umegoyomi (1832-1833; L'almanacco dei susini, una storia d'amore), ottenne un successo straordinario al punto da convincerlo a ripeterne il modello in altre opere, legate alla prima anche nel titolo, shunshoku (propr., colori di primavera ma anche storia d'amore, con palesi connotazioni erotiche). La storia d'amore è calata in un contesto ricco di elementi romanzeschi, dalla ricerca del tesoro rubato, alle trame perverse contro l'eroe, alla presenza del vassallo fedele e coraggioso, il tutto arricchito da colpi di scena nella migliore tradizione del teatro kabuki, a cui certo lo Umegoyomi si ispirava. Capostipite indiscusso dei ninjôbon (romanzi d'amore) di epoca Tokugawa, esso non solo servì da modello per questo genere di letteratura, ma costituì un preciso punto di riferimento anche per romanzi e scrittori del Giappone del sec. XX.

Media


Non sono presenti media correlati