Questo sito contribuisce alla audience di

Tancrédi (letteratura)

personaggio de La Gerusalemme liberata di T. Tasso. Libera trasfigurazione, in chiave epico-cavalleresca, della figura storica di Tancredi d'Altavilla, principe di Galilea e di Antiochia; il personaggio di Tancredi del Tasso è un valoroso guerriero, modello di virtù cavalleresche, ma assorto in una chiusa e struggente malinconia a causa dell'amore non corrisposto per Clorinda, simbolo della donna irraggiungibile; viceversa, Tancredi ignora l'amore per lui di Erminia, che era stata sua prigioniera. Culmine della vicenda di Tancredi è il disperato combattimento notturno nel corso del quale l'eroe colpisce a morte, senza riconoscerla,Clorinda che, prima di morire, gli chiede il battesimo. Il dolore conduce Tancredi alle soglie della follia, ma si risolve in una sommessa e accorata elegia dopo l'apparizione in sogno della donna amata; ripreso il suo ruolo di cavaliere forte e gentile, Tancredi uccide Argante e si lascia medicare, dopo il duello, da Erminia. Il principe normanno è anche uno dei protagonisti del madrigale Il combattimento di Tancredi e Clorinda (rappresentato a Venezia nel 1624) di C. Monteverdi.

Media


Non sono presenti media correlati