Questo sito contribuisce alla audience di

Tarnogród

località della Polonia sudorientale (voivodato di Lubelskie), dove molti nobili polacchi si strinsero (25 novembre 1715) in una Confederazione, detta di Tarnogród, presieduta da Stanisław Ledóchowski e rivolta contro la prepotenza del re sassone Augusto II e contro il partito filorusso dei magnati. Il patriottismo dei confederati non fu premiato. Pietro il Grande, per mezzo del suo inviato G. Dolgorukij, impose la sua mediazione (Patto di Varsavia, 1º febbraio 1717). Augusto II si accontentò di una divisione dei poteri tra il re e la nobiltà, ma la Polonia, costretta a ridurre il suo esercito a soli 12.000 uomini, usciva dal novero delle grandi potenze.

Media


Non sono presenti media correlati