Questo sito contribuisce alla audience di

Tasman, Abel Janszoon

esploratore e navigatore olandese (Lutgegast, Groninga, 1603-Batavia, odierna Jakarta, 1659). Entrato al servizio della Compagnia Olandese delle Indie Orientali, nel 1639 partì alla ricerca di taluni arcipelaghi che si ritenevano ricchi d'oro e si supponevano situati nel settore occidentale del Pacifico, ma l'esito fu negativo. Nel 1642 partì da Batavia deciso a risolvere il problema della Terra Australe, cui si pensava appartenessero alcune parti già conosciute dell'Australia; scoprì dapprima la Tasmania, cui diede il nome di Terra di Van Diemen, il governatore della Compagnia delle Indie Orientali, quindi proseguì verso E raggiungendo le coste della Nuova Zelanda, fino allora sconosciute. Toccò successivamente per primo le Isole Tonga e fece ritorno a Batavia passando per le Figi, l'Arcipelago di Bismarck e la Nuova Guinea. Compì un secondo viaggio nel 1644 durante il quale esplorò il Golfo di Carpentaria. Tasman fu uno dei principali protagonisti delle esplorazioni del mondo insulare dell'Oceano Pacifico. A lui va il merito di aver constatato che la Nuova Guinea e le terre già note, che ora si sa essere parte dell'Australia, non avevano nulla a che fare con la cosiddetta Terra Australe.

Media


Non sono presenti media correlati