Questo sito contribuisce alla audience di

Taylor, Brook

matematico inglese (Edmonton 1685-Londra 1731). Allievo di I. Newton ne continuò l'opera nel campo dell'analisi. Nel 1715 pubblicò il Methodus incrementorum directa et inversa, dove prese in esame cambiamenti di variabili, differenze finite (che definì incrementi) e presentò lo sviluppo in serie di una funzione a una sola variabile. Tali studi lo resero famoso e in seguito (1772) G. L. Lagrange stesso ne sottolineò l'importanza. Pubblicò anche lavori sulla prospettiva, dando la prima trattazione generale dei punti di fuga, sul fenomeno della capillarità, sul problema delle corde vibranti e sui centri di oscillazione, di cui già nel 1708 diede una soluzione.

Formula di Taylor

Espressione di una funzione nell'intorno di un punto x0, ottenuta mediante lo studio delle serie, chiamato sviluppo in serie di Taylor, cioè mediante l'espressione

Media


Non sono presenti media correlati