Questo sito contribuisce alla audience di

Thimphu

capitale del Bhutan, 2320 m s.m., 83.000 ab. (stima 2007).

Situata nella valle del fiume omonimo, nella parte centro-occidentale del Paese, 25 km a SW di Punakha, capitale invernale del Paese. Thimphu è il principale centro religioso e culturale del Paese; ospita una biblioteca nazionale (1967) dove sono conservati importanti testi di letteratura buddhista Mahayana, un istituto di medicina tradizionale, all'interno del quale vengono preparati medicinali a base di erbe officinali e altri composti. La città è sede universitaria (Royal University of Bhutan, 2003). § Diversi ritrovamenti archeologici lasciano intendere che la zona di Thimphu fosse abitata già nel 2000 a.C. da popolazioni nomadi. L'influenza del buddhismo, che si cominciò a diffondere tra la popolazione a partire dal sec. VIII d. C., ebbe un'importanza fondamentale per lo sviluppo della città, che vede ancora la presenza di numerosi templi e monasteri. Divenuta capitale del Paese nel 1962, Thimphu ospita gli uffici del re e il corpo monastico centrale all'interno dell'imponente monastero fortificato Tashi Chho Dzong, considerato uno dei più rappresentativi esempi di architettura tradizionale bhutanese. Edificato originariamente nel 1216, fu ampliato nel 1960 per diventare il simbolo della nuova capitale. § Il sostentamento della città è garantito principalmente dal settore agricolo (mais, riso, cardamomo, agrumi e mele) e da un limitato sfruttamento delle essenze forestali pregiate (teak). L'industria, poco sviluppata, comprende impianti per la produzione del cemento. Thimphu è servita dall'aeroporto di Paro. Già Thimbu.

Media


Non sono presenti media correlati