Questo sito contribuisce alla audience di

Thmen Chei

ciclo letterario cambogiano. Composto di numerosi racconti coloriti di una sottile vena umoristica, narra le inesauribili vicende burlesche dell'omonimo protagonista che, divenuto dopo molte peripezie un importante personaggio di corte, finisce in esilio in Cina dove, secondo la leggenda Khmer, introduce gli spaghetti che egli stesso aveva inventato. Allo stesso personaggio si ispirano le letterature popolari della Thailandia e del Laos (v. Ch'ieng Mieng, Ciclo di-).

Media


Non sono presenti media correlati