Questo sito contribuisce alla audience di

Tièri, Aròldo

attore italiano (Corigliano Calabro, Cosenza, 1917-Roma 2006). Figlio del commediografo Vincenzo, esordì nel 1938 come Malatestino nella Francesca da Rimini di D'Annunzio e fece parte (1938-41) della compagnia del Teatro Eliseo di Roma. Nel dopoguerra ha svolto attività intensa ed eclettica, puntando ora su una drammaticità “nervosa”, tormentata (impegnativa la sua interpretazione del prete ubriacone in Il potere e la gloria di D. Cannan e P. Bost, tratto dall'omonimo romanzo di Graham Greene, 1955), ora su una comicità estroversa e spiritata. Dal 1965 fa coppia con G. Lojodice, in un repertorio di varia “piacevolezza”. Dal 1980 dirige una compagnia che ha sede presso il Teatro delle Arti di Roma.

Media


Non sono presenti media correlati