Questo sito contribuisce alla audience di

Tiarno di Sótto

comune in provincia di Trento (60 km), 728 m s.m., 9,22 km², 690 ab. (tiarnesi o tiarni), patrono: san Bartolomeo (24 agosto).

Centro dell'alta val di Ledro. Di antiche origini, appartenne alla gens Fabia e quindi ai vescovi di Verona (sec. Xl). Fu comunità autonoma, quindi passò sotto il dominio del Ducato di Milano (sec. XIV) e di Venezia (sec. XV). Nel borgo sorge la chiesa di San Bartolomeo (1860), che conserva un pregevole polittico di scuola veneta (1507).§ Compongono il quadro economico locale l'allevamento bovino, che alimenta una vivace attività casearia, l'industria edile e del legno (imballaggi, pallets). Rilevante l'attività turistica.

Media


Non sono presenti media correlati