Questo sito contribuisce alla audience di

Tlaxcala

città (185.555 ab. nel 1990) del Messico, capitale dello Stato omonimo, 18 km a N di Puebla, a 2250 m sull'alto corso del Río Zahuapán. Mercato agricolo con industrie alimentari e tessili (cotone e lana). Ufficialmente, Tlaxcala de Xicohténcatl. § Fondata verso la metà del sec. XIV da una popolazione chichimeca, avversa agli Aztechi, fu la più importante alleata di Cortés per la conquista spagnola. Carlo V le diede il titolo di “città nobile” e la esentò in perpetuo dalle imposte. § Lo Stato di Tlaxcala (4016 km²; 883.924 ab. nel 1995) si estende nella parte centrale del Paese, di cui è il meno vasto dopo il Distretto Federale. Il territorio, accidentato dalla Cordigliera Vulcanica (Cerro La Malinche, 4461 m), tributa all'Oceano Pacifico tramite il Río Zahuapán e al Golfo del Messico tramite i fiumi Atotonilco, Corral Viejo e Salto. Agricoltura (cereali, foraggi, frutta) e allevamento bovino, ovino e suino. Centri importanti, oltre alla capitale, sono Apizaco, Heroica Huamantla e Vicente Guerrero.

Media


Non sono presenti media correlati