Questo sito contribuisce alla audience di

Tolomèo Ceràuno

re di Macedonia (sec. III a. C.). Figlio di Tolomeo I Sotere e di Euridice, escluso dalla successione per opera di Berenice (ca. 287), raggiunse la sorella Lisandra alla corte di Lisimaco; fu successivamente alla corte di Seleuco che sebbene lo avesse ben accolto, fu da Tolomeo ucciso perché gli sbarrava la strada della Macedonia. A Lisimachea si fece acclamare dall'esercito re di Macedonia. Dopo aver inflitto una sconfitta ad Antigono Gonata, Tolomeo si impadronì della regione e sposò la sua sorellastra e vedova di Lisimaco, Arsinoe, di cui fece uccidere i figli. Fornì truppe a Pirro per la sua spedizione in Italia (280), ma all'inizio del 279 fu sconfitto e ucciso dai Galli.

Media


Non sono presenti media correlati