Questo sito contribuisce alla audience di

Torèlli, Giusèppe (violinista e compositore)

violinista e compositore italiano (Santa Maria in Chiavica, Verona, 1658-Bologna 1709). Studiò a Verona e a Bologna. Ammesso nell'Accademia Filarmonica, entrò nel 1686 nella Cappella della Basilica di S. Petronio; si trasferì nel 1695 a Vienna e nel 1698-99 fu attivo alla corte di Brandeburgo-Ansbach; nel 1701 fece ritorno a Bologna e riprese il proprio ufficio in S. Petronio. La sua opera compositiva, che lo segnala tra gli esponenti più significativi del tardo barocco italiano, comprende otto raccolte a stampa di sonate, di concerti grossi e solisti, di suites e di sinfonie; particolarmente significativa è l'ultima (12 Concerti grossi con una Pastorale per il Santissimo Natale). La sua opera, edita e inedita, segna una tappa fondamentale nello sviluppo del concerto grosso e solistico.

Media


Non sono presenti media correlati