Questo sito contribuisce alla audience di

Torèlli, Pompònio

letterato e tragediografo italiano (Montechiarugolo, Parma, 1539-Parma 1608). Nipote di Pico della Mirandola per parte di madre, ebbe diversi incarichi diplomatici dai Farnese. Per la modernità dell'impostazione e lo studio approfondito dei caratteri, le sue cinque tragedie (Merope, 1589; Tancredi, 1597; Galatea, 1603; Vittoria, 1605; Polidoro, 1605) anticipano la commedia del sec. XVIII. Importante anche la sua attività letteraria: poesie in latino (Carmina, 1600) e in volgare, un commento alla Poetica di Aristotele e il trattato Il debito del cavaliere (1596).

Media


Non sono presenti media correlati