Questo sito contribuisce alla audience di

Tramónti

comune in provincia di Salerno (27 km), 321 m s.m., 24,74 km², 3935 ab. (tramontini), patrono: sant’ Antonio (13 giugno).

Centro esteso sul versante meridionale dei monti Lattari, in vista del mare di Amalfi; sede comunale è Polvica. Forse il territorio fu anticamente abitato dai Picentini, mentre il borgo di Cesarano fu fondato dai Romani. Punto di passaggio dall'entroterra al territorio della Repubblica di Amalfi, la zona venne fortificata e condivise sempre le vicende della città. Subì gravi danni dal terremoto del 1980.§ Il massiccio campanile romanico della chiesa dell'Ascensione ha la base scavata nella roccia; la chiesa di Sant'Erasmo a Picara custodisce tele sei-settecentesche della scuola di Luca Giordano; a Gete una cappella del sec. XIII conserva tombe rupestri. Del castello costruito nel sec. XV da Raimondo Orsini, principe di Salerno, sul valico che porta verso la valle del fiume Sarno, restano torri e tratti di mura.§ L'agricoltura si basa soprattutto sulla coltivazione della vite. È praticato l'allevamento bovino, con produzione di latte. La piccola industria è presente nei settori alimentare, dei liquori, delle materie plastiche e della lavorazione del legno.

Media


Non sono presenti media correlati