Questo sito contribuisce alla audience di

Transcarpàzia

provincia dell'Ucraina 12.800 km², 1.241.624 ab. (stima 2006), 97 ab./km²; capoluogo Uzhhorod. Si estende sul versante sudoccidentale dei Carpazi Boscosi, a confine con Polonia, Slovacchia, Ungheria e Romania. Il territorio, che si identifica con la regione storica della Rutenia, è montuoso nella sezione nordorientale (monte Goverla, 2061 m) e pianeggiante in quella sudoccidentale, interessata dall'alto bacino del fiume Tibisco. La popolazione, costituita per tre quarti da ucraini e poi da ungheresi, russi e romeni, è dedita all'agricoltura, all'allevamento bovino e suino e allo sfruttamento del bosco. Città importanti, oltre al capoluogo, sono Mukacheve, Beregovo, Hust. In russo, Zakarpatskaja oblast. § La Transcarpazia, già soggetta all'Ungheria, divenne, dopo il crollo dell'impero austriaco, una parte del nuovo Stato cecoslovacco (1918). Questa situazione durò sino al settembre 1938, quando la Cecoslovacchia, di fronte alla pressione tedesca, si vide costretta a riconoscere un governo ruteno della Transcarpazia, composto di ucraini germanofili. Nel novembre 1938 (primo arbitrato di Vienna) la porzione sudorientale della Transcarpazia toccò all'Ungheria che poi, approfittando dell'entrata dei tedeschi in Praga (15 marzo 1939), s'impossessò dell'intero territorio transcarpatico. Occupata da forze sovietiche, nel 1944, nel 1945 fu annessa all'Unione Sovietica.

Media


Non sono presenti media correlati