Questo sito contribuisce alla audience di

Trasàcco

comune in provincia di L'Aquila (77 km), 685 m s.m., 51,41 km², 5998 ab. (trasaccani), patrono: santi Cesidio e Rufino (31 agosto).

Centro situato al margine meridionale della conca del Fucino. Sorto sul sito della marsa e poi romana Supinum, deriva forse il nome da trans aquas per la posizione rispetto a Marruvium (al di là del lago). Dal Medioevo fu incluso nella Contea dei Marsi.§ Nell'abitato, ricostruito dopo il sisma del 1915, è la parrocchiale dei Santi Cesidio e Rufino (sec. XV-XVI, restaurata), con due singolari portali (quello degli uomini e quello delle donne). L'interno custodisce un fonte battesimale romanico, statue gotiche e un pulpito (1267 ca.). Adiacente è l'oratorio della Confraternita della Concezione, con reperti romani. La torre Febonio, resto dell'omonimo castello, è del sec. XII.§ L'agricoltura produce cereali, barbabietole da zucchero, carote e patate. È diffuso l'allevamento ovino e suino.

Media


Non sono presenti media correlati