Questo sito contribuisce alla audience di

Trasimèno, battàglia del-

combattuta, durante la seconda guerra punica, tra l'esercito cartaginese, comandato da Annibale, e quello romano, con a capo il console C. Flaminio, in un'angusta piana a nord del Trasimeno alla quale si accedeva da una gola. Quando l'esercito romano, la mattina del 21 giugno del 217 a. C., s'incolonnò lungo la gola, le forze cartaginesi lo attaccarono da ogni parte, rinserrandolo contro il lago e rendendone vana ogni resistenza: 15.000 Romani caduti con lo stesso Flaminio; 6000 prigionieri.

Media


Non sono presenti media correlati