Questo sito contribuisce alla audience di

Trenčín (regione)

(Trenčianský kraj). Regione della Slovacchia occidentale, 4502 km², 600.386 ab. (stima 2006), 133 ab./km², capoluogo: Trenčín. Confini: Žilina (NE), Banská Bystrica (SE), Nitra (S), Trnava (SW); Repubblica Ceca (NW).

Territorio prevalentemente collinare e in alcuni tratti montuoso, comprendente parte dei Piccoli Carpazi a SW, i monti Považský Inovec a SE, i Carpazi Bianchi a NW, i monti Jivorníky a N e i monti Strážovské nella sua parte centrale, è attraversato dai fiumi Váh, Myjava e Nitra. Quasi metà della superficie totale è ricoperta da foreste. Altre risorse naturali sono le sorgenti di acqua termale e minerale, i depositi di lignite (Handlová, Prievidza) e di materiali da costruzione (pietre calcaree, argille, ghiaia, arenarie). Il clima è di tipo continentale temperato.Attività economica principale degli abitanti è l'industria (tessile, alimentare, macchinari, chimica, mineraria). L'abbondanza di zone boscose fa dell'industria del legno un altro settore fondamentale per l'economia regionale. In passato l'industria della regione era orientata soprattutto alla produzione di armamenti pesanti, ma dopo il crollo del comunismo e la fine della guerra fredda il settore è entrato in crisi. Il turismo si concentra nelle località termali (Trenčianske Teplice, Nimnica e Bojnice) e nei numerosi castelli della regione (Trenčin, Bojnice, Beckov, Čachtice).Centri importanti sono anche Prievidza, Považská Bystrica, Dubnica nad Váhom e Partizánske. § La regione fu in origine una colonia romana. Nel 1412 il capoluogo con il territorio circostante fu dichiarato libera città imperiale. Fino al 1918 fece parte delle contee ungheresi di Trenčin, Tekov e Nitra. Durante la seconda guerra mondiale e l'occupazione tedesca, il capoluogo fu trasformato nel quartier generale della Gestapo e del Sicherheitsdienst (il servizio segreto delle SS).

Media


Non sono presenti media correlati