Questo sito contribuisce alla audience di

Trezène

(greco Troizen-enos; latino Troezen-ēnis). Antica città dell'Argolide nel Peloponneso. Fu abitata dapprima dagli Ioni e conquistata poi dai Dori di Argo. Alleata di Atene fino al 446 a. C., alla Lega Peloponnesiaca si era avvicinata già un secolo prima per sfuggire al dominio di Argo. Sottomessa dai Macedoni alla fine del sec. IV, partecipò poi alla Lega achea. § Rimangono tratti delle mura in opera poligonale che circondano l'acropoli e l'area urbana. Sull'acropoli vi sono resti di un tempio arcaico, forse di Afrodite Akráia. Tra i santuari extraurbani da ricordare quello di Demetra con stipe votiva dei sec. VII-VI a. C. e, a W della città, il santuario di Asclepio, con propileo, un piccolo tempio prostilo dei sec. IV-III a. C., una fonte d'acqua salutare e un edificio per i malati. Non lontano sono le fondazioni del cosiddetto tempio di Ippolito, periptero dorico del sec. IV a. C.

Stele di Trezene

Scoperta nel 1960, contiene l'iscrizione di un decreto relativo all'evacuazione di Atene nel 480 a. C. di fronte al pericolo persiano.

Media


Non sono presenti media correlati