Questo sito contribuisce alla audience di

Trièste, questione di-

problema sorto alla fine della seconda guerra mondiale e riguardante la destinazione del territorio di Trieste. Tra il 30 aprile e il 1º maggio 1945, gli iugoslavi occuparono infatti la città, ma in seguito a fortissime pressioni degli Alleati furono costretti ad abbandonarla (9 giugno 1945). Un confine provvisorio di occupazione, chiamato linea Morgan dal nome del generale inglese da cui fu negoziato, lasciò così la città in possesso degli anglo-americani e la maggior parte della penisola istriana sotto controllo iugoslavo. Dopo lunghi contrasti si decise poi (3 luglio 1946) che tutti i territori a E di una nuova linea passassero alla Iugoslavia, mentre quelli a W avrebbero dovuto formare il Territorio libero di Trieste. Il trattato di pace di Parigi (10 febbraio 1947) confermò l'esistenza di questo Territorio libero, diviso in una zona A sotto occupazione anglo-americana e in una zona B sotto occupazione iugoslava. L'occupazione avrebbe dovuto essere solo temporanea, finché il Consiglio di Sicurezza dell'ONU avesse nominato un governatore neutrale con giurisdizione su tutto il territorio, ma poiché non si raggiunse mai un accordo sulla persona da designare si protrasse in realtà per vari anni. Con il memorandum d'intesa, poi (5 ottobre 1954), la zona A passò sotto l'amministrazione civile italiana e la zona B, leggermente ampliata, sotto l'amministrazione iugoslava. Il 10 novembre 1975 era infine firmato a Osimo l'accordo tra Italia e Iugoslavia per il quale la zona A veniva a cadere sotto la sovranità italiana e la zona B sotto quella iugoslava. Con la dissoluzione della Iugoslavia (1991), è subentrata la Slovenia nel controllo della zona B.

Bibliografia

B. Coceani, Riccardo Zampieri. Mezzo secolo di lotte a Trieste per l'Unità italiana, Milano, 1961; M. Pacor, Confine orientale. Questione nazionale e Resistenza nel Friuli-Venezia Giulia, Milano, 1964; J.-B. Duroselle, Le conflit de Trieste, 1943-1954, Bruxelles, 1966; C. Belci, Trieste. Memorie di trent'anni (1945-1975), Brescia, 1989.

Media


Non sono presenti media correlati