Questo sito contribuisce alla audience di

Trimūrti

triplice manifestazione di un'unica divinità, nella tradizione religiosa dell'India. Nella fase vedica, politeista, una rappresentazione triplice era riservata al dio Agni (Fuoco); per giungere tuttavia a una reale Trimurti è necessario superare l'assetto politeistico, a partire dalla fase upaniṣadica, in quanto tesa a prospettare un'unica sostanza divina dalle molteplici manifestazioni. Nella Maitrayani Upaniṣad si trova definita la Trimurti: Brahmā, Rudra (che diverrà Śiva nell'induismo) e Viṣṇu. Nel śivaismo il dio Śiva viene talvolta astratto dalla Trimurti: egli diventa l'“unico” di cui la Trimurti è la triplice manifestazione; e, nella Trimurti, è sostituito da Kalarudra (nuova denominazione dell'antico Rudra). § La Trimurti ha trovato nella scultura medievale varietà di raffigurazioni, sia nella rappresentazione a figura intera delle tre divinità, sia nella più nota e intensa immagine della Trimurti a tre teste. Nelle composizioni con le tre divinità a figura intera Viṣṇu appare come l'immagine più importante, posta al centro tra quelle di Brahmā (alla destra) e Śiva (alla sinistra), ed è ritratto in posizione frontale, adornato di gioielli e con la tradizionale ghirlanda floreale, mostrando nelle quattro mani gli attributi che gli sono propri. In altre rappresentazioni è invece Brahmā la divinità principale.

Media


Non sono presenti media correlati