Questo sito contribuisce alla audience di

Tripanosoma

genere di Protozoi Mastigofori dell'ordine dei Protomastigidi, comprendente numerose specie parassite dei Vertebrati, causa delle tripanosomiasi. I Tripanosomi hanno corpo estremamente appiattito, appuntito all'estremità munita di flagello, appuntito o arrotondato all'estremità opposta, vicino alla quale sono situati un blefaroplasto e un granulo basale da cui ha origine il flagello, che si volge verso l'estremità opposta restando unito al citosoma per mezzo di una formazione laminare detta membrana ondulante. Il nucleo è situato in posizione centrale. La moltiplicazione ha luogo per divisione binaria o multipla. La trasmissione del protozoo da un ospite all'altro avviene tramite invertebrati ematofagi, nel cui apparato digerente il parassita va incontro a una serie di modificazioni morfologiche. Parassiti dell'uomo sono: Tripanosoma gambiense,Tripanosoma rhodesiense,Tripanosoma cruzi; parassiti di mammiferi domestici e selvatici sono: Tripanosoma congolense,Tripanosoma evansi,Tripanosoma brucei,Tripanosoma vivax,Tripanosoma americanum,Tripanosoma equiperdum; dei Roditori: Tripanosoma lewisi,Tripanosoma duttoni, Tripanosoma nabiasi; degli Uccelli: Tripanosoma paddae e Tripanosoma noctuae; degli Anfibi: Tripanosoma rotatorum e Tripanosoma inopinatum; dei Pesci: Tripanosoma percae, Tripanosoma giganteum, Tripanosoma rajae.

Media


Non sono presenti media correlati