Questo sito contribuisce alla audience di

Trotta, Margarethe von-

regista cinematografica tedesca (Berlino 1942). Attrice per R. W. Fassbinder e per V. Schlöndorff, con quest'ultimo sceneggiò e interpretò Strohfeuer (1972; Fuoco di paglia) e Frangschuss (1976; Colpo di grazia), e sceneggiò Die verlorene Ehre der Katharina Blum (1975; Il caso Katharina Blum). Da sola ha scritto e diretto Das zweite Erwachen der Christa Klages (1978; Il secondo risveglio di Christa Klages), Schwestern oder die Balance des Glucks (1979; Sorelle o l'equilibrio della felicità), Die bleierne Zeit (1981; Anni di piombo), con cui vinse il Leone d'oro a Venezia, Heller Wahn (1983; Lucida follia): tutti film basati sul rapporto-scontro tra due donne, amiche o sorelle. Nel 1986 ha presentato a Cannes Rosa Luxemburg, sulla celebre rivoluzionaria tedesca. In seguito ha lavorato soprattutto in Italia, dirigendo Paura e amore (1988) e Il lungo silenzio (1993). Nel 2001 ha diretto il film Rosenstrasse, presentato a Venezia nel 2003, in cui continua il filone dei rapporti-scontri tra donne caro alla regista, raccontando il coraggio di un gruppo di donne «ariane» nella Berlino del 1943, che sostarono giorno e notte davanti al palazzo in Rosenstrasse dove erano imprigionati i mariti ebrei, in attesa di essere deportati nei campi di sterminio. Del 2006 è l'intenso Ich bin die Andere (Io sono l'altra) tratto dal romanzo omonimo, non tradotto in italiano, di P. Märthesheimer. Nel 2012 ha diretto Hannah Arendt.

Media


Non sono presenti media correlati