Questo sito contribuisce alla audience di

Tupolev, Andrej Nikolaevič

progettista aeronautico sovietico (Pustomazij, Korčevskij, 1888-Mosca 1972). Allievo e collaboratore di Žukovskij, svolse un ruolo di primo piano nello sviluppo dell'aeronautica sovietica: fu tra i fondatori dell'ufficio di calcolo e collaudo per l'aeronautica di Mosca (1916), uno dei primi centri di ricerca scientifica nel settore, e successivamente (1918) dell'istituto centrale di aerodinamica moscovita (ZAGI), di cui diresse dal 1922 l'ufficio di progettazione e costruzione. Sotto la sua guida cinquantennale, l'ufficio realizzò più di cento velivoli, tra i quali si ricordano: l'ANT 2 (1924), primo aereo sovietico interamente in metallo; l'ANT 25 (1933), monoplano da 860 CV che stabilì numerosi record mondiali di volo senza scalo; il Maksim Gorkij (1934), velivolo a otto motori in grado di trasportare 80 passeggeri. Nel secondo dopoguerra, il gruppo di costruttori sotto la guida di Tupolev, al quale si era affiancato il figlio Aleksej (Mosca 1925-2001), si è specializzato nella fabbricazione di grandi aerei da trasporto militari (quali il TU 22, bombardiere bimotore a lungo raggio supersonico entrato in servizio nel 1965) e soprattutto civili, fra questi vanno ricordati: il bireattoreTU 104 (1956), il quadrireattore TU 114 (1959), il bireattore TU 134 (1968), il trireattore TU 154 (1971) e soprattutto il quadrireattore TU 144, il primo supersonico civile progettato nel 1968 ed entrato in servizio nel 1972. Quest'ultimo è un quadrireattore con autonomia di 6500 km, lungo 55 m, con apertura alare di 24,70 m, in grado di volare a 2500 km/h alla quota massima di 20.000 m trasportando 121 passeggeri. Oltre a essere un eccellente tecnico, Tupolev conseguì importanti risultati anche nel campo più propriamente scientifico, sviluppando le basi del calcolo aerodinamico. Alla sua morte la direzione del gruppo veniva assunta dal figlio Aleksej, al quale si devono la messa a punto del TU 144 e la progettazione di nuovi aeroplani militari e civili.

Media


Non sono presenti media correlati