Questo sito contribuisce alla audience di

Tz'ü-hsi

(Hsiao-ch'in). Imperatrice cinese (? 1834-Pechino 1908). Concubina dell'imperatore Hsien-feng e madre del principe ereditario T'ung-chih, alla morte di Hsien-feng (1875) si impadronì di fatto del potere esercitando una politica ottusamente conservatrice. Messa da parte per qualche tempo (giugno-settembre 1898) riprese saldamente il potere e con l'appoggio di generali e grandi dignitari incoraggiò l'attività xenofoba delle numerose sette segrete, fra cui quella dei Boxers, stroncata dalle potenze occidentali. Dopo il 1901 annunciò di voler attuare delle riforme che rimasero tuttavia lettera morta.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti