Questo sito contribuisce alla audience di

UNEF

(United Nations Emergency Force) sigla della Forza d'Emergenza delle Nazioni Unite messa per la prima volta a disposizione da Stati membri dell'ONU, su richiesta dell'Assemblea Generale, durante la seconda guerra arabo-israeliana (1956), per presidiare il confine tra Egitto e Israele e per prevenire ulteriori conflitti militari. Nel 1973, con lo scoppio della quarta guerra arabo-israeliana fu istituita una seconda operazione UNEF il cui mandato terminava nel 1979. Diverse sono le operazioni degli osservatori militari delle Nazioni Unite per il mantenimento della pace, tra queste si ricordano: Operazione di Supervisione ONU della Tregua (UNTSO, United Nations Truce Supervision Organization), istituita nel 1948 e con sede a Gerusalemme; Forza di pace ONU a Cipro (UNFICYP, United Nations Peace-Keeping Force in Cyprus), istituita nel 1964; Forza Osservatori ONU sul Disimpegno (UNDOF, United Nations Disengagement Observer Force), istituita nel 1974 e con sede in Siria; Forza di transizione ONU in Libano (UNIFIL, United Nations Interim Force in Lebanon) istituita nel 1978; Missione ONU per l'Amministrazione provvisoria in Kosovo (UNMIK, United Nations Interim Administration Mission) istituita nel 1999. Le operazioni per il mantenimento della pace vengono organizzate dal Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite, devono avere il consenso dei governi ospiti e delle fazioni in lotta e non devono assolutamente essere usate per favorire uno dei contendenti. Il carattere di queste operazioni è profondamente mutato dal 1987, man mano che i compiti di queste forze si sono estesi dai tradizionali controlli sui confini alle attività mirate a favorire la pace (come lo sminamento in Cambogia) e all'invio di aiuti umanitari (in Somalia e Bosnia).

Media


Non sono presenti media correlati