Questo sito contribuisce alla audience di

Uchida Shungiku

scrittrice giapponese (Nagasaki 1959). Rappresentante di una generazione di scrittrici polemiche e spregiudicate, Uchida Shungiku è un'applaudita autrice di fumetti. I suoi manga coprono un vasto raggio di soggetti, spaziando da storie d'amore, dove il sesso riveste un ruolo predominante, a racconti dell'orrore dominati da vampiresche presenze, o ancora a episodi banali e quotidiani, storie di studenti delle scuole superiori, dove si insinuano singolari elementi fantastici e surreali. Questo genere, da Minamikun no koibito (1987; La ragazza di Minami), patetico e toccante, a Monokage ni ashibyōshi (1992; Battendo il tempo nell'ombra), che porta in scena miseria morale e devianza giovanile, ha avuto una brusca svolta con Watashitachi wa hanshoku shite iru (1994; Noi ci riproduciamo), che descrive in modo anticonvenzionale ma realistico la storia di una gravidanza. Il passaggio della scrittrice dal manga al romanzo avviene nel 1993, con il discusso Faza fakka (Father fucker), in cui l'adolescente Shizuko si muove apparentemente senza emozione in una realtà dominata da brutalità e perversioni.

Media


Non sono presenti media correlati