Questo sito contribuisce alla audience di

Ugolino di Vièri

orafo italiano (Siena sec. XIV). Appartenente a una famiglia di orafi, svolse la sua attività in varie località della Toscana. La sua fama è legata soprattutto a due opere eseguite in collaborazione con Viva di Lando: il reliquiario di S. Savino (Orvieto, Museo dell'Opera) e il reliquiario del Corporale nel duomo di Orvieto (1337-38), che nella slanciata ed elegante struttura architettonica in argento parzialmente dorato, arricchita di statuette e placche di smalto traslucido variamente colorato, rappresenta una mirabile fusione tra la cultura senese e le istanze del gotico francese.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti