Questo sito contribuisce alla audience di

Uhland, Ludwig

scrittore e poeta tedesco (Tubinga 1787-1862). Fu amico di J. Kerner, A. von Chamisso e G. Schwab e ricoprì oltre a un'alta carica giudiziaria quella di deputato alla dieta del Württemberg (1819-39). In quanto sostenitore dei liberali nella lotta per la costituzione, venne destituito dalla cattedra di letteratura tedesca dell'Università di Tubinga. Nel 1848 fu eletto deputato liberale al Parlamento della Paulskirche di Francoforte e nel 1849 deputato al Parlamento di Stoccarda. È il maggior rappresentante del tardo romanticismo svevo. Ich hatt'einen Kameraden (Avevo un camerata), Der Wirtin Töchterlein (La figlia dell'oste) e altri suoi Lieder (1815-17), vicini alla tradizione popolare come ritmo e contenuto, furono musicati da F. Schubert, R. Schumann, F. Liszt e J. Brahms ed ebbero vasta risonanza insieme con le sue ballate di tema storico-leggendario, quali Die Rache (La vendetta), Des Sängers Fluch (La maledizione del cantore), Bertran de Born e Das Glück von Edenhall (La fortuna di Edenhall). Minore successo ebbero i suoi drammi storici, oggi irrimediabilmente invecchiati, e la sua lirica patriottica. Come filologo diede importanti commenti ed edizioni di W. von der Vogelweide (1822), dei Volkslieder (1844 e seg.) e delle saghe tedesche (postume, 1865-73).

Media


Non sono presenti media correlati