Questo sito contribuisce alla audience di

Ullate, Victor

ballerino e coreografo spagnolo (Saragozza 1947). Allievo di Maria de Ávila, dal 1962 al 1965 ha fatto parte della compagnia di Antonio (Ruiz Soler), continuando nel corso delle numerose tournéea perfezionare gli studi classici. Nel 1965 è entrato nel Ballet du XXe Siècle di M. Béjart, di cui è divenuto in breve uno dei primi ballerini, protagonista di numerose creazioni fra le quali Ni fleurs ni couronnes, Nijinskij clown de dieu, Golestan, Gâité parisienne. Tornato in Spagna ha lavorato, dal 1979, su proposta del sovrano, alla creazione di una compagnia nazionale di balletto classico, il Ballet Clasico Nacionál, che ha guidato per quattro anni. Nel 1983 ha fondato una scuola e dal 1988 una compagnia di ispirazione classico-moderna, il Ballet Victor Ullate, per la quale ha creato personalmente numerose coreografie ma nel cui repertorio ha inserito anche molti nomi della coreografia europea, da N. Christe a J. Linkens, da O. Arraiz a Hans van Manen. Il suo stile si è imposto rapidamente per la qualità e la brillantezza del suo giovane corpo di ballo che sposa la perfezione della tecnica accademica all'innovazione e al temperamento spagnolo. Tra le coreografie ricordiamo: Tras el spejo, Arrayan Daraxa e una nuova versione di El amor brujo (1995) di M. De Falla. Nel 1997 la sua compagnia ha cambiato nome ed è divenuta Ballet Victor Ullate - Comunidad de Madrid. In quell'anno, per il 450° anniversario della nascita di M. Cervantes, Ullate ha creato una nuova coreografia del balletto Don Chisciotte,che ha riscosso moltissimo successo per il virtuosismo e la classe dei suoi danzatori.

Media


Non sono presenti media correlati