Questo sito contribuisce alla audience di

Umbèrto I (re d'Italia)

di Savoia, re d'Italia (Torino 1844-Monza 1900). Ricevette un'educazione prevalentemente militare e come comandante della XVI divisione partecipò alla battaglia di Custoza (1866). Salito al trono nel gennaio 1878, dovette fronteggiare la ripresa della lotta della Santa Sede contro lo Stato unitario, la tensione tra Italia e Francia, la conclusione della Triplice Alleanza nonostante l'avversione del movimento irredentista, l'incipiente avventura coloniale terminata con la sconfitta di Adua (1896) e, infine, l'insorgere delle lotte sociali. Subì l'influenza del reazionario “circolo di corte” facente capo alla regina Margherita (da lui sposata nel 1868), di cui fu segno esteriore il conferimento dell'Ordine militare di Savoia al generale Bava Beccaris per avere duramente represso i tumulti di Milano del 1898. Fu assassinato il 29 luglio 1900 dall'anarchico Gaetano Bresci.

Media


Non sono presenti media correlati