Questo sito contribuisce alla audience di

Uta

comune in provincia di Cagliari (22 km), 6 m s.m., 134,46 km², 6692 ab. (utesi), patrono: santa Giusta (terza domenica di maggio).

Centro del Campidano, situato nella piana fra il rio Cixerri e il Flumini Mannu, presso lo stagno di Cagliari; è compreso nel Parco Geominerario della Sardegna. Parte della curatoria di Decimo, compresa nel Giudicato di Cagliari (sec. XI), con la divisione del 1258 divenne possesso dei conti Della Gherardesca. Conquistato dagli Aragonesi, nel 1324 fu infeudato a Berengario Carroz e, in seguito, incorporato nella Contea di Quirra, di cui seguì le vicende fino all'abolizione dei feudi (1839).§ La parrocchiale di Santa Giusta, è una costruzione del tardo Cinquecento in stile gotico-catalano. Isolata rispetto all'abitato sorge la chiesa di Santa Maria, eretta nel sec. XII dai monaci di San Vittore di Marsiglia. L'edificio è in pietra calcarea, con pianta a tre navate, delle quali quella centrale, molto più elevata, è absidata. La facciata, divisa in due ordini da archetti a tutto sesto, è sormontata da un campanile a vela.§ L'industria opera nei settori elettrotecnico, medicale, alimentare, tessile, della lavorazione del legno e della plastica, dei mangimi e dei materiali da costruzione. Ancora fiorenti sono l'agricoltura, con produzione di ortaggi (nei campi e in serra), cereali e olive, l'apicoltura e l'allevamento di bovini, ovini e caprini, con produzione casearia tipica. Sono attive, inoltre, alcune cave di argilla. È zona di turismo escursionistico alla Riserva Naturale di Monte Arcosu, di proprietà del WWF.

Media


Non sono presenti media correlati