Questo sito contribuisce alla audience di

Véla

(latino scientifico Velae, abbreviazione Vel). Costellazione australe (una delle parti in cui è suddivisa la costellazione della Nave) compresa fra 8h e 11h ore di ascensione retta e fra -40º e -55º di declinazione. È una vasta e cospicua regione celeste, attraversata dalla Via Lattea. L'astro più interessante è rappresentato da γ Vel, 15º a ENE di Canopo, in piena Via Lattea, a luce bianco azzurrina (1m,9). L'osservazione spettroscopica ne rivela una composizione complessa, consistente nell'associazione a una gigante blu (4m a 41‟ d'arco), a una terza componente (8m,5 a 62‟) e a una quarta (9m,5 a 93‟). La componente più cospicua, γ₂ Vel, presenta a sua volta spettro composito nel quale, a una normale emissione da tipo 07 – propria di un astro azzurro ad altissima temperatura – si sovrappone quella di tipo W7 di un astro cataclismico della classe Wolf-Rayet. I fenomeni violenti, accompagnati da eiezione di materia, sono da collegarsi alle perturbazioni provocate da una quinta stella, molto massiccia, non individuabile in modo diretto, che rivoluisce in 78,5 giorni. Nel complesso, il sistema di γ Vel irradia un equivalente energetico 40.000 volte superiore a quello solare. In ragione della particolare posizione nei confronti del piano galattico, la costellazione annovera molti ammassi aperti di stelle (NGC 3228; NGC 2925; IC 2488; IC 2391; NGC 2547), un ammasso globulare (NGC 3201 distante 15.000 anni luce e una vistosa nebulosa planetaria (NGC 3132 di 85‟×50‟ d'arco). La costellazione include parzialmente la vastissima nebulosa diffusa di Gum, relitto di supernova esplosa 19.000 anni a. C., 15.000 anni luce di distanza, della quale sopravvive il pulsar PSR 0833-45, la cui radiazione di natura sincrotronica – congiuntamente alla radiazione X emessa dal sistema doppio Vela X-1 – è responsabile dell'attivazione della nebulosa stessa .

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti