Questo sito contribuisce alla audience di

Vaculík, Ludvík

narratore e giornalista ceco (Brumov 1926). Tra i protagonisti della primavera praghese e autore del famoso manifesto Duemila parole, esordì con Alla fattoria della gioventù (1958) e La casa animata (1963), opere già non prive di alcuni elementi critici verso la realtà socialista, ma venne alla ribalta con il romanzo documento L'ascia (1966). L'idea principale di questo e anche del successivo romanzo (Le cavie, scritto nel 1970 e pubblicato in lingua originale a Toronto nel 1977) è quella di un socialismo deformato che modifica anche le persone e i loro rapporti. Sempre a Toronto è uscito nel 1983 Il libro ceco dei sogni.

Media


Non sono presenti media correlati