Questo sito contribuisce alla audience di

Vajanský

pseudonimo dello scrittore slovacco Svetozár Miloslav Hurban (Hlboké nad Váhom 1847-Turčianský Sväty Martin 1916). Figlio dello scrittore e patriota Jozef Miloslav Hurban, fu una delle più eminenti personalità culturali dell'Ottocento nel suo Paese. Per quarant'anni si batté, dalle pagine del Národnie noviny (Giornale nazionale), per i diritti degli Slovacchi. Scrisse poesie pervase da un impetuoso patriottismo e formalmente perfette (I Tatra e il mare, 1879; Sotto il giogo, 1884; I versi, 1890), ma è soprattutto ricordato come autore di romanzi (Un ramo secco, 1884; La radice e i germogli, 1885; Kotlín, 1901) e di racconti (Il sottobosco, 1881; Le ombre volanti, 1883).

Media


Non sono presenti media correlati