Questo sito contribuisce alla audience di

Valèri, Franca

nome d'arte dell'attrice italiana F. Norsa (Milano 1920). Spiritosa e caustica osservatrice di costume, popolarissima Signorina Snob radiofonica, all'inizio degli anni Cinquanta ha animato con A. Bonucci e V. Caprioli il Teatro dei Gobbi. Al teatro di prosa, cui si era accostata dal 1948 (in Caterina da Siena di G. Testori), è rientrata quale protagonista in un dramma dello stesso autore, La Maria Brasca (1960), interpretando successivamente Luv di M. Schisgal e Il balcone di J. Genet. Nel cinema dal 1951 (Luci del varietà), ha offerto, come poi in televisione, una lunga e gustosa galleria di caricature e di caratterizzazioni, dilatate a personaggi centrali in tre film del marito V. Caprioli, da lei anche sceneggiati: Leoni al sole (1961), Parigi o cara (1962), Scusi, facciamo l'amore? (1968). Nel 1999, con la regia di A. Asti, ha interpretato Alcool, una gustosa commedia sulla decadenza dell'alta borghesia. Si è dedicata inoltre alla regia teatrale, soprattutto di opere liriche, di cui è stata sempre appassionata cultrice.Nel 2003 ha recitato in La vedova Socrate, un testo liberamente ispirato a La morte di Socrate di Dürrenmatt e ha interpretato il film Tosca e altre due. Nel 2005 ha pubblicato Animali e altri attori. Nel 2006 ha recitato in Les Bonnes di Jean Genet.

Media


Non sono presenti media correlati