Questo sito contribuisce alla audience di

Valleràno

comune in provincia di Viterbo (18 km), 390 m s.m., 15,48 km², 2505 ab. (valleranesi), patrono: san Vittore (domenica dopo Ferragosto).

Centro sul versante nordorientale dei monti Cimini. Di origine etrusca, fu soggetto a Viterbo (sec. XIII), che nel 1282 lo restituì alla Chiesa, la quale lo concesse ai Borgia (1458); passò poi ai Farnese dai quali ottenne statuti propri.§ Il santuario della Madonna del Ruscello (1609, su disegno del Vignola) conserva una cantoria barocca in legno intagliato del 1644; nella chiesa di San Vittore (sec. XV), con grandioso soffitto a cassettoni (1762), si conserva un sontuoso organo barocco, e un altro è nella chiesa di Sant'Andrea (1746). La chiesa della Pieve (sec. XI) ha affreschi dei sec. XIV-XV.§ L'economia si basa sull'agricoltura (nocciole, vigneti) e sulla commercializzazione dei prodotti agricoli; rilevante lo sfruttamento dei boschi (castagne e marroni DOP).

Media


Non sono presenti media correlati